Articolo Quaderni di Management

Sul numero di maggio -giugno di Quaderni di Management è apparso un mio articolo in cui sottolineo l’importanza della ridondanza (strategica e cognitiva) per affrontare la complessità.

Abstract dell’articolo:

Sin dagli albori la gestione d’impresa si è focalizzata sulla ricerca della massima efficienza e produttività ai fini competitivi. Un buon manager è quello che riusciva ad ottenere il massimo dalle proprie risorse con la maggiore efficienza possibile. Nel tempo si è quindi imposto un concetto di manager pianificatore e organizzatore che oggi tende a mostrare la corda.
I cambiamenti sociali e tecnologici avvenuti nell’ultimo quarto di secolo hanno avuto come principale ripercussione la crescita della complessità dell’ambiente competitivo. Complessità significa interconnessione tra le variabili. La globalizzazione dei processi e l’accelerazione della comunicazione fa sì che ogni azione possa avere potenzialmente impatti in qualunque parte del sistema. In questo nuovo contesto, la continua ricerca della mera efficienza può risultare pericolosa. Questo articolo cerca di illustrare il valore della ridondanza (strategica e cognitiva) per affrontare la complessità

Puoi scaricare l’articolo cliccando qui: “Accrescere la ridondanza per affrontare la complessità”.

Puoi leggere l’editoriale di Quaderni di Management in cui Giancarlo Oriani commenta il mio articolo qui: Editoriale Quaderni di Management nr. 33″.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...