Visione periferica e segnali deboli

Il 25 maggio alle 18.00 a Lugano terrò la confererenza “Visione periferica e segnali deboli: come anticipare le crisi organizzative.

L’innovazione tecnologica e la globalizzazione hanno reso l’ambiente competitivo più complesso, quindi più soggetto a discontinuità e a repentini cambiamenti. Le imprese manifestano una crescente difficoltà ad adeguarsi ai ritmi imposti dal business. Si susseguono continui cambiamenti organizzativi che devono essere costantemente rivisti alla luce della velocità con cui l’ambiente competitivo si trasforma. L’atteggiamento al change management oggi è, quindi, più reattivo più che proattivo. La complessità impone però un approccio diverso: più che prevedere il futuro, le imprese devono attrezzarsi a gestire “qualunque” futuro. L’enfasi si sposta dalla previsione degli scenari alla costruzione di un’organizzazione resiliente, quindi in grado di resistere alle trasformazioni di mercato e di evolvere nel tempo.

Chi fosse interessato può trovare maggior informazioni sul sito di HR Ticino e scaricaricare la locandina della conferenza

One thought on “Visione periferica e segnali deboli

  1. Pingback: Il governo della Complessità - ne parliamo a Lugano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...