M5S: questioni di leadership

042512_Penguins_are_bad_leaders_575x270-panoramic_15994Le vicende politiche di questi giorni sollevano moltissime questioni interessanti dal punto di vista della complessità. Su tutte spicca il successo del M5S che appare, per lo meno a prima vista, come un fenomeno emergente dal basso, tipico dei sistemi complessi.

Non voglio esprimere su questo blog alcun tipo di valutazione politica. Da studioso di leadership  mi limito ad evidenziare un aspetto che appare incoerente: se il M5S si autodefinisce una  “libera associazione di cittadini”, dichiara di essere un movimento che  promuove la partecipazione diretta dei cittadini alla gestione della cosa pubblica, perché ora ci si deve rivolgere a Beppe Grillo o a Roberto Casaleggio per avere indicazioni sulla linea politica dei neo eletti al Parlamento Italiano? Perché le decisioni politiche del M5S sono oggi accentrate nelle mani di due persone?

In qualità di fondatori del movimento, Grillo e Casaleggio hanno finora certamente svolto un importante ruolo di leadership. Grazie al loro lavoro sul web sono riusciti a innescare un potente moto di adesioni dal basso che ha generato il successo elettorale di questi giorni. Finora il loro ruolo è stato prevalentemente (non in maniera assoluta e non so quanto consapevolmente) quello di generare un contesto auto-organizzativo in cui i cittadini potessero dialogare, confrontarsi tra loro e trovare uno spazio diretto di partecipazione alla vita politica e al rinnovamento della stessa. Non considerando alcuni diktat di Grillo nei confronti di alcuni esponenti del movimento, la loro è stata una leadership prevalentemente indiretta, tanto vero che nessuno dei due si è candidato direttamente in Parlamento. Un esempio di leadership quindi, per molti versi coerente con le dinamiche evolutive tipiche di un sistema complesso qual è la società.

Ora però, pare che la loro leadership stia cambiando forma tornando a modalità ben più tradizionali. Il loro ruolo non sembra più essere di innesco per l’emergere di una decisione condivisa. Le decisioni riguardanti il M5S le stanno prendendo direttamente i fondatori che, in questa fase politica, assomigliano più ai proprietari che agli ispiratori del movimento. Una situazione questa che, se confermata, evidenzierebbe una difficoltà a interpretare una visione diversa della leadership nel momento della presa di decisioni. Permane un concetto di leader come colui che decide direttamente e che possiede tutte le risposte, ben lontana dalla figura del leader che, attraverso la propria azione e le domande che pone mette in condizione gli altri di prendere la migliore decisione possibile.

Da un movimento politico che vuole cambiare radicalmente la vita politica italiana mi aspetterei un analogo cambiamento nella proprie logiche interne di governance. Cambiamento che finora si è visto solo a tratti.

5 thoughts on “M5S: questioni di leadership

  1. Pingback: M5S: questioni di leadership | La Riscossa della Civetta

  2. Penso che il M5S sia l’unico partito / movimento che abbia detto veramente qualcosa di nuovo in questo panorama politico. Secondo me non sanno neanche loro bene come gestire l’onda. Però ci sono alcune riflessioni che si possono fare sui movimenti e correnti di pensiero recenti che in realtà si sono poi persi per strada.
    I movimenti spontanei cui abbiamo assistito recentemente hanno si creato grande scompiglio ma poi hanno mostrato che senza una guida chiara non portano a frutti stabili.
    Penso ad occupy wall street o alle primavere arabe. Ma anche hai nostri girotondi o hai pirati tedeschi.
    C’é effettivamente un problema di leadership e di gestione del gruppo per arrivare a risultati apprezzabili. Sempre con il timore dei fascismi e nazismi degli anni 20 e 30!

    Un saluto, Piero

  3. Ben detto, Ale.
    Quantunque io pensi che la leadership sia complementare e non già alternativa all’auto-organizzazione (come credo di aver dimostrato nei casi di Open Source e di Wikipedia: http://128.84.158.119/abs/1012.5625v1), penso anch’io che questo atteggiamento dei leader di M5S denoti confusione mentale.
    Dobbiamo tuttavia riconoscere che la radice dell’affanno odierno di Grillo e del Nonno Multimediale è costituita dalla (fondatissima) paura di “perdere per strada” parlamentari. Ecco dunque che la loro confusione di adesso non riguarda tanto il ruolo della leadership, quanto semmai il senso del mandato parlamentare nel Diritto Costituzionale.

  4. Ciao Paolo,
    non ho mai pensato che l’auto-organizzazione sia alternativa alla leadership, Il ruolo della leadership è quello di creare contesti in grado di far emergere un certo tipo di comportamenti e quindi favorire forme di auto-organizzazione. In questo senso, il lavoro di Grillo e Casaleggio è stato buono (non so quanto consapevolmente) nella fase costituente del M5S, lo dimostrano i risultati. PIù difficile risulta oggi esercitare una funzione di leadership senza arrogarsi un ruolo decisionale (che farebbe scadere il movimento a mero partito padronale).
    La difficoltà è proprio quella di voler controllare gli eletti. Il modo più facile per ottenere questo obiettivo è quello di esercitare coercizione ed esercitare una classica leadership gerarchica. E’ lo stesso errore che fanno molti manager quando la situazione si fa difficile: si rinforzano i processi di supervisione, gli audit, la reportistica e gli sforzi di coordinamento e standardizzazione dei comportamenti organizzativi.
    Il M5S sarà veramente qualcosa di innovativo se i fondatori riusciranno a superare questa logica del controllo prendendo consapevolezza di come funzionano i sistemi complessi. Altrimenti, prevedo una rapida “normalizzazione” alla quale, ahimè, siamo abituati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...